SUPPORTO TECNICO

La nostra conoscenza tecnica nell' impiego delle informazioni seguenti è il risultato di un ampio lavoro di ricerca e di una lunga esperienza :
Vi invitiamo a contattarci per una ottimale risoluzione del problema.

MONTAGGIO
istruzioni di montaggio

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO DEI PROFILI SERIE BS, FV, FG, FS 99/..., ESF

Il profilo va allettato nel supporto con resina epossidica tixotropica fresca o malta tipo PCC.
Lo strato di allettamento deve essere realizzato in modo tale che tra il piano realizzato ed il piano del pavimento finito resti esattamente lo spessore del profilo.
Successivamente, si devono fissare le alette al sottofondo mediante viti e tasselli ad espansione da applicare nei fori esterni delle alette.
Si deve fare attenzione che il profilo sia disposto perfettamente in piano e rettilineo, in modo che il pavimento in piastrelle, lastre di marmo od altro sia a filo con lo spigolo del profilo.
Il fissaggio deve essere effettuato parallelamente su entrambi i lati del profilo ogni 30 cm.
Il profilo assolve le sue funzioni solo se entrambe le alette sono ben fissate al sottofondo.
Il collegamento dei profili si ottiene facendo scorrere le singole parti l'una dentro l'altra.

 

Per facilitare l'installazione della guarnizione è bene lubrificarla con una soluzione di acqua saponata.
La guarnizione deve essere installata partendo sempre da una estremità del profilo.
È consigliabile l'uso di un rullo per
installare la guarnizione, facendo

pressione su un lato per volta.
In nessun caso può essere impiegato un martello, che potrebbe danneggiare il profilo. È indispensabile controllare che le guide destinate a ricevere la guarnizione siano libere da polvere od altre impurità.

 

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO DEI PROFILI SERIE FK e FT

Con questa serie di profili, oltre alle istruzioni di cui sopra, occorre ricordare che:
I profili sono forniti con due guarnizioni (una distanziatrice già montata ed una FT sporgente 5 mm o FK sporgente 3 mm) separate.
Il posatore può realizzare il getto a livello

del bordo di alluminio.
La guarnizione distanziatrice protegge il profilo fino a che il pavimento non è stato posato.
Il rivestimento del pavimento deve essere leggermente sovrapposto con i bordi sulla guarnizione distanziatrice.
Successivamente viene tolta la

guarnizione distanziatrice e i bordi del rivestimento possono essere tagliati con precisione, usando gli spigoli interni dei profili laterali di alluminio come guida; poi si inserisce a pressione la definitiva guarnizione FK... o FT...

 

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO DEI PROFILI SERIE FP ..., ES 60/..., FS 146, FS 285/...

Il profilo va allettato nel supporto con resina epossidica tixotropica fresca o malta tipo PCC.
Lo strato di allettamento deve essere realizzato in modo tale che tra il piano realizzato ed il piano del pavimento finito resti esattamente lo spessore del profilo.
Successivamente, si devono fissare le ali di ancoraggio al supporto mediante tasselli meccanici o chimici se previsto un carico dinamico.
Si deve fare attenzione che il profilo sia disposto perfettamente in piano e rettilineo,

in modo che il pavimento in piastrelle, lastre di marmo od altro sia a filo con lo spigolo del profilo.
Il fissaggio deve essere effettuato parallelamente su entrambi i lati del profilo ogni 30 cm.
Il profilo assolve le sue funzioni solo se entrambe le alette sono ben fissate al sottofondo. Il collegamento dei profili si ottiene facendo scorrere le singole parti l’una dentro l’altra. Per facilitare l’installazione della guarnizione è bene lubrificarla con una soluzione di acqua

saponata. La guarnizione deve essere installata partendo sempre da una estremità del profilo.
È consigliabile l’uso di un rullo per installare la guarnizione, facendo pressione su un lato per volta.
In nessun caso può essere impiegato un martello che potrebbe danneggiare il profilo.
È indispensabile controllare che le guide destinate a ricevere la guarnizione siano libere da polvere od altre impurità.

 


Esempi di alcune sagomature realizzabili con i profili Serie FP.


 
reference

Le informazioni su questo prodotto sono inoltre
reperibili alle pagg. 36 e 37 del Catalogo Generale Joint® 2010